Soffri spesso di allergie e mal di testa quando stai in casa? Leggi qui come liberartene definitivamente!

Ti capita spesso di soffrire di mal di testa, asma o altre irritazioni delle vie respiratorie?

Quando ti svegli con gli occhi gonfi dici che “è colpa dell’allergia” ma appena esci di casa spariscono tutti i tuoi malesseri?

Beh, probabilmente anche tu fai parte del 20% di popolazione occidentale vittima di quello che chiamiamo “progresso”.

Secondo una voce autorevole come l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) questa è la percentuale di occidentali che soffrono della “Sindrome da Edificio Malato” (SBS – Sick Building Sindrome) o “Sindrome da Sensibilità Chimica Multipla”.

E’ infatti dal lontano 1983 che l’OMS ha dichiarato che la diffusione così ampia di queste malattie dipende soprattutto dalla pessima qualità dell’aria che respiriamo nelle nostre “case moderne”.

Mal di testa e allergie in casaQuando “stavamo peggio”, le nostre case avevano infissi che lasciavano passare parecchi “spifferi”, e ce ne lamentavamo perché rendevano più difficile scaldare le nostre case.

Tuttavia quegli “spifferi” consentivano un ricambio d’aria automatico che, se pur scomodo dal punto di vista energetico, certamente rendeva l’aria dentro le nostre case più respirabile di quanto succede oggi.

E allora, come siamo arrivati alla situazione attuale?

Negli ultimi decenni la nostra qualità di vita è molto migliorata, contemporaneamente è peggiorata in modo “bastardo” perché invisibile.

Questo declino è nato col boom edilizio degli anni ’60 e ’70, che ci ha lasciato in eredità un utilizzo massiccio di cemento e calcestruzzo nelle costruzioni.

Da allora si costruisce cercando il massimo isolamento e la sigillatura degli edifici, per ridurre i consumi di energia per il riscaldamento.

Questo ha limitato enormemente il naturale scambio d’aria tra interno ed esterno (gli “spifferi” che ti dicevo prima), per cui ormai abbiamo dentro casa un’aria così inquinata che è come respirare dal tubo di scappamento di una vecchia auto.

I principali responsabili del nostro “star male” a casa sono principalmente 4:

1) Concentrazione di sostanze tossiche dannose

Il primo problema è l’impressionante concentrazione di sostanze tossiche dannose che siamo costretti a respirare ogni giorno dentro casa.

Sostanze chimiche che provengono dall’arredamento (solventi, vernici, colle) o dai materiali utilizzati durante la costruzione.

Devi infatti sapere che i materiali da costruzione possono “rilasciare” queste sostanze anche dopo mesi o anni dalla fine dei lavori.

2) Microclima con alti tassi di umidità

Al secondo posto troviamo il microclima con tassi di umidità molto alti, questo sia per quanto riguarda l’aria che le murature.

Per questo motivo ormai in tantissime case gli abitanti hanno imparato a convivere con quella che chiamiamo muffa.

Hai mai avuto gli angoli delle stanze anneriti, magari in alto, dietro l’armadio quattro stagioni, oppure sotto i davanzali delle finestre?

Parlare di muffa è in realtà un modo per definire tutta una serie di allergeni indoor, come acari, funghi e batteri, principale causa dell’aumento dei casi d’asma negli ultimi anni.

3) Apparecchiature tecnologiche e sistemi di illuminazione

La responsabilità di tutti questi malesseri quando stiamo a casa è anche delle apparecchiature tecnologiche come televisori, computer, stampanti oppure dei sistemi di illuminazione sbagliati, troppo scarsi o troppo intensi.

4) Prodotti per la pulizia non eco-compatibili

Ad aumentare lo stato di irritazione delle nostre vie respiratorie o degli occhi collabora anche un uso esagerato di prodotti per la pulizia domestica non eco-compatibili.

Per respirare bene dentro casa diventa fondamentale il ricambio dell’aria.

Il ricambio dell’aria è l’unico modo per garantirci una buona qualità dell’aria all’interno dell’abitazione.

Così possiamo eliminare l’eccesso di umidità e le sostanze tossiche delle quali ti ho parlato prima.

Ovviamente è fondamentale anche per eliminare l’aria viziata, cioè tutte le sostanze nocive che produciamo durante il nostro abitare.

Ti parlo dell’anidride carbonica emessa col respiro, delle tossine prodotte con la sudorazione e le nostre attività dentro casa, come il cucinare o tenere delle candele accese quando arrivano gli amici.

Come si fa un ricambio dell’aria “efficace”?

Per ovviare a questi problemi, le case più moderne sono dotate di sistemi di Ventilazione Meccanica Controllata (VMC), che si occupano in modo automatico al ricambio dell’aria.

Chi ha a casa un sistema di VMC non troverebbe mai interessante questo articolo, perché non sa cosa vuol dire “aria inquinata” a casa.

Né ha problemi di mal di testa, asma, irritazioni o “occhi gonfi” per colpa della “Sindrome da Edificio Malato”.

Se quindi sei arrivato fin qui nella lettura, probabilmente non hai mai sentito parlare di VMC.

Poco male: risolveremo questo fra qualche riga…

Per adesso posso dirti che dovrai provvedere tu ad arieggiare la casa in modo efficace, spalancando le finestre più volte al giorno per 5-6 minuti.

Il modo migliore, che ti garantisce un ricambio quasi completo dell’aria interna in pochi minuti, è “fare corrente” ossia aprire due o più finestre contemporaneamente.

Spesso, sbagliando, si lasciano le finestre socchiuse per ore (es. col meccanismo “a ribalta” di qualche anta): in questo modo diamo il modo di raffreddarsi a tutta la nostra casa: muri, pavimenti, solai.

E’ fondamentale che eviti il ricambio d’aria nelle ore più umide come quelle del primo mattino, soprattutto se fuori vedi nebbia o foschia.

Se i tuoi radiatori hanno già le valvole termostatiche montate, prima di aprire le finestre chiudi (metti a “0”) quelle installate nei termosifoni più vicini alle finestre: infatti, leggendo l’abbassamento di temperatura, farebbero lavorare al massimo proprio quei radiatori… scaldando l’ambiente esterno!

Ovviamente ogni volta che apri le finestre in inverno, dal punto di vista energetico è una tragedia!

E questo vale anche se stai facendo un sacrosanto ricambio dell’aria.

Perché la VMC è la soluzione giusta per eliminare muffe e allergie?

Come abbiamo visto prima l’aria di cattiva qualità che siamo “costretti” a respirare dentro casa è la responsabile di mille malesseri e problemi di salute.

Contemporaneamente, ogni volta che apriamo le finestre per un “sacrosanto” cambio dell’aria, facciamo una specie di disastro dal punto di vista energetico.

Infatti dalle nostre finestre con l’aria viziata esce un sacco di energia termica, che abbiamo prodotto spendendo parecchi “soldini”.

A questo punto devo dirti che…

La Ventilazione Meccanica Controllata è l’unico modo per conciliare qualità dell’aria dentro casa e risparmio energetico.

La VMC infatti mette insieme:

  1. Corretto ricambio dell’aria, svolto in modo del tutto automatico
  2. Risparmio energetico, permettendo il ricambio dell’aria quasi senza sprechi di energia

Ma vediamo più nel dettaglio cosa intendo.

1) Corretto ricambio dell’aria, svolto in modo automatico

Durante la giornata, se sei una persona scrupolosa, ogni 6-8 ore aprirai le finestre per 5 minuti, in modo da avere un corretto ricambio dell’aria.

Questo significa che, appena hai finito il ricambio dell’aria e chiudi le finestre, piano piano l’aria di casa riinizia a diventare “inquinata”.

Ovviamente poi non puoi essere sempre a casa, dato che devi districarti fra mille impegni lavorativi e familiari.

Chi ha figli sa bene con quale girandola di “accompagnamenti” bisogna convivere: scuola, palestra e altre infinite cose, grazie ai nostri figli impegnati come il Presidente degli Stati Uniti d’America!

Questo significa che abbiamo bisogno di un sistema di ricambio dell’aria AUTOMATICO, cioè che ci dia la nostra aria di casa “bella pulita”, in modo indipendente dal nostro “lavoro”.

I sistemi più moderni verificano in tempo reale la qualità dell’aria interna, con particolare attenzione a questi aspetti (indico solo i più significativi, in realtà il funzionamento è molto più articolato):

  • Controllo della qualità dell’aria, con azionamento automatico appena i livelli salgono oltre i valori preimpostati
  • Controllo avanzato dell’umidità, che monitora il livello dell’umidità relativa nell’ambiente e lo mantiene entro i valori ottimali
  • Gestione automatica del tempo di accensione e dell’inversione del flusso

I sistemi sono inoltre dotati di filtri, utili per abbattere gli inquinanti eventualmente presenti nell’aria esterna.

2) Risparmio energetico, permettendo il ricambio dell’aria quasi senza sprechi di energia

Per evitare che il ricambio dell’aria “comprometta” la nostra casa dal punto di vista energetico, abbiamo bisogno di un sistema che:

  • “Rubi” il calore all’aria espulsa, calda ma ricca di inquinanti
  • Lo dia all’aria che facciamo entrare, ricca di ossigeno e povera di inquinanti

Per farti un esempio, se in inverno hai 22 °C dentro casa e 0 °C all’esterno, aprendo le finestre fai uscire aria calda a 22 °C ed entrare aria fredda a 0 °C.

Grazie al sistema di “recupero del calore” di un sistema VMC, l’aria interna non sarà espulsa a 22 °C ma a 6-7 °C e questo calore sarà ceduto all’aria in ingresso, che arriverà dentro casa a 0 °C ma a 16-17 °C.

Ovviamente i valori di temperatura dell’aria li ho scelti solo per spiegarti il meccanismo di funzionamento del sistema.

I valore corretti delle temperature dipendono dall’efficienza del sistema di recupero del calore, ma non voglio entrare maggiormente in noiosi aspetti tecnici.

L’installazione di un sistema di VMC necessita di opere murarie in casa?

La risposta a questa domanda è: “dipende”!

I sistemi di Ventilazione Meccanica Controllata si dividono in due “grandi famiglie”:

  • VMC canalizzata
  • VMC decentralizzata o “puntuale”

Nel caso di VMC canalizzata, devono essere realizzate le opere necessarie per l’installazione delle unità di trattamento aria, nonché le canalizzazioni.

Non posso dirti cosa sarebbe necessario fare a casa tua, perché ogni casa è diversa, ma solitamente è necessario:

  • Fare alcuni fori nelle murature delle stanze per alloggiare tubi e bocchette
  • Prevedere controsoffittature o finte travi per “nascondere” le unità e le canalizzazioni

Nel caso di VMC puntuale, le opere sono molto più semplici, dato che si può trattare anche una sola stanza (di solito quella nella quale non si è mai riusciti a debellare la muffa).

I lavori sono molto meno invasivi e la durata nettamente inferiore rispetto ai sistemi canalizzati.

Infatti l’installazione di ogni macchina avviene realizzando un semplice foro nella muratura esterna, portandole alimentazione elettrica e configurandola per il funzionamento più “adatto” a casa tua.

Ovviamente in entrambi i casi, sia di VMC canalizzata che puntuale, è fondamentale rivolgersi ad aziende serie, che abbiano a cuore la tua casa e siano capaci di intervenire senza riempirtela di polvere.

Quindi cosa puoi fare per risolvere subito i tuoi problemi di salute?

Se ti sei riconosciuto in quello che ti ho raccontato in questo articolo, iscriviti al gruppo Facebook descrivendomi la tua situazione.

Mi riferisco in particolare a problemi di salute che arrivano (o peggiorano) quando torni a casa, e miracolosamente spariscono (o si attenuano di molto) appena esci.

Tuttavia permettimi un messaggio molto importante…

Scrivimi solo se vuoi dimenticare una volta per tutte i mal di testa che ti arrivano ogni volta che torni a casa.

Scrivimi se vuoi riiniziare a svegliarti senza quella brutta sensazione di “occhi gonfi” e arrossati, senza più la difficoltà a respirare che ogni mattina ti fa tossire per mezz’ora in bagno.

Lo dico perché siamo parecchio impegnati e mi pare giusto dare la precedenza a chi ha problemi concreti e la forte voglia di risolverli una volta per tutte!

Come detto qualche riga più su, è fondamentale rivolgersi ad aziende serie, che abbiano a cuore la tua casa e siano capaci di intervenire senza riempirtela di polvere.

Dato che per noi il cliente è sempre al centro dei nostri pensieri, abbiamo deciso di mettere per iscritto i nostri impegni verso di te.

Ricordati che devi aspettarti enormi problemi se ti rivolgi alla persona sbagliata, che non può dimostrare con i suoi risultati le cose che dice.

A me piace, invece, dimostrare quello che dico coi fatti e con le parole dei miei clienti, che ci mettono la faccia per raccontarti come è cambiata la loro vita con il loro nuovo impianto di riscaldamento, come va con i nostri tecnici e con le nostre manutenzioni.

Li puoi leggere e vedere alla pagina DICONO DI NOI

P.S.: Il Gruppo Facebook Il Tuo Amico Impiantista® è il posto perfetto per te se:

– Hai problemi con il tuo impianto di riscaldamento e/o vorresti sostituirlo

– Hai mille dubbi e non sai a chi rivolgerti per avere finalmente chiarezza

Hai bisogno di risposte definitive, senza il timore che qualcuno voglia venderti per forza qualcosa

Nel gruppo Facebook potrai farmi tutte le domande che vorrai e riceverai in cambio sempre risposte chiare e concrete.

Durante le video dirette settimanali esamineremo le tematiche più scottanti sul tema degli impianti di riscaldamento e potrai intervenire, anche in diretta, con le tue domande.
Se vuoi scoprire i miei segreti e le mie strategie per risolvere una volta per tutte i problemi del tuo impianto di riscaldamento, CLICCA QUI SOTTO e iscriviti subito al nostro gruppo de Il Tuo Amico Impiantista. 
Stiamo approvando nuovi membri e… E’ 100% gratuito! 

Per ora grazie per le tua attenzione e a presto!

Marcello Contu
Il Tuo Amico Impiantista®
Creatore di Calor360™  – L’Unico Impianto di Riscaldamento Progettato e Costruito Su Misura Per Te

Lascia un commento

summer

Scopri il Metodo in 5 PASSI per avere finalmente una casa calda e accogliente

Accedi ai 3 VIDEO GRATUITI che ti aiuteranno nella scelta più importante per la tua casa!

In soli 45 minuti ti mostrerò il Metodo “A Prova di Errore” per scegliere l’impianto di riscaldamento che hai sempre desiderato