Problemi con l’impianto di riscaldamento? E’ possibile ridurre i danni da cattiva installazione!

Problemi con l'impianto di riscaldamentoVuoi continuare ad affidarti a lui?

Se sei qui, probabilmente finora ti sei affidato alla persona sbagliata, per cui i tuoi problemi con l’impianto di riscaldamento non ti consentono di avere il benessere che ti aspetti dentro casa tua.

So che sarebbe stato fantastico trovare dall’inizio un idraulico:

Capace di darti una mano per orientarti nella marea di soluzioni possibili per climatizzare casa tua.

Propositivo nel suggerirti i migliori sistemi per farti ottenere benessere e contemporaneamente consumi “ragionevoli”.

Professionale nel realizzare perfettamente l’impianto scelto, senza errori di installazione o dimensionamento.

Forse all’inizio anche tu hai un pò sottovalutato il problema.

Quando ti dicevano di rivolgerti a un progettista anche per l’impianto di riscaldamento, magari hai pensato che non ce n’era bisogno.

D’altronde il tuo idraulico ti aveva detto: “Cosa ci vuole: ne ho fatto mille impianti come il tuo!”

Invece ora sai che non è proprio così.

I problemi della termotecnica sono sempre gli stessi, ma le soluzioni cambiano nel tempo con la velocità della tecnologia!

Devo farti una confessione: questo articolo non pretende certo di risolvere i problemi di un impianto di riscaldamento installato male.

Come sai non è possibile, avendo lasciato la mia bacchetta magica nelle stanze dell’infanzia!

Sono però super-convinto che, se oggi non riesci a stare bene a casa per colpa del tuo impianto di riscaldamento, è già importante se raggiungiamo DUE OBIETTIVI:

– Mostrarti gli ERRORI DI INSTALLAZIONE più frequenti, in modo che tu non ti senta più vittima del malocchio: c’è sempre una ragione (o più di una) per cui il tuo impianto non funziona bene!

– Indicarti alcuni ACCORGIMENTI che ti consentiranno di migliorare fin da subito il benessere ambientale della tua casa e, perché no, di ridurre un pò i consumi.

Ma vediamo le cose in ordine.

Gli errori di installazione più frequenti, e che poi condizionano pesantemente la tua bolletta energetica sono:

– Tubazioni di sezione insufficiente: per questo non arriva ai termosifoni la quantità d’acqua necessaria.

– Tubazioni mal isolate, a volte per nulla: il calore presente nell’acqua che attraversa i tubi viene disperso verso l’ambiente, anziché arrivare dentro casa tua.

– Pompa di circolazione (quella che sposta l’acqua all’interno dell’impianto) mal dimensionata o regolata male: solitamente i piani alti vengono serviti con difficoltà se il circolatore è troppo piccolo.

– Impianto con un cattivo bilanciamento idraulico: nel momento dell’installazione, sulla base del progetto, l’idraulico dovrebbe regolare i radiatori in modo che tutti ricevano acqua in modo omogeneo.

Avendo visto decine e decine di impianti in questi anni, posso garantirti che spesso questo non succede.

La situazione può essere addirittura peggiore nel caso di impianti recenti, perché le nuove pompe di circolazione sono più attente ai consumi elettrici e il loro comportamento amplifica i problemi.

Quali sono le conseguenze per te?

Casa fredda?Se l’impianto ha problemi di bilanciamento idraulico, probabilmente alcuni dei tuoi termosifoni hanno difficoltà a scaldarsi e rimangono tiepidi.

Puoi sentire rumori provenienti dal tuo impianto, come se l’acqua scorresse molto velocemente dentro i tubi.

Se hai installato le valvole termostatiche per ridurre i consumi, queste non riescono a regolare la temperatura dei radiatori, come se fossero difettose.

Le temperature sono diverse tra le varie stanze, e non per tua decisione ma perché è così e basta.

Ti accorgi di avere consumi molto alti nonostante una temperatura troppo bassa dentro casa.

Purtroppo, su queste cose non puoi far nulla direttamente tu, ma devi far intervenire uno specialista in grado di correggere questi errori e farti ottenere il massimo dal tuo impianto.

Possibilmente non lo stesso che ti ha fatto l’impianto e in questi anni ha cercato di risolvere i tuoi problemi “a tentativi”, senza mai riuscirci. Quando rispondeva al telefono.

Tuttavia alcuni accorgimenti possono migliorare il benessere ambientale nella tua casa senza necessariamente farti aumentare i consumi.

È importante che i termosifoni non siano coperti da tende pesanti, situazione che vediamo spessissimo durante i nostri sopralluoghi, oppure che non siano nascosti in un angolino per come sono sistemati i mobili. Infatti in questo modo una parte dell’energia viene schermata e non può essere trasmessa correttamente all’ambiente di casa.

Se ci sono ambienti che non utilizzi, chiudi le valvole dei relativi radiatori oppure, se hai installato le valvole termostatiche, mettile su “0” o in posizione “antigelo” (simbolo del fiocco di neve “*”).

Ridurre di qualche grado la temperatura di mandata della caldaia, ossia la temperatura dell’acqua che arriva ai radiatori, ti darà subito due benefici:

=> Noterai una riduzione dei consumi senza avere penalizzazioni nelle temperature all’interno di casa. Ti suggerisco di procedere per tentativi, con riduzioni di 2-3°C per volta, fermandoti quando ti accorgi che durante le giornate più fredde non riesci più ad avere abbastanza caldo.

=> La tua salute e quella dei tuoi familiari ringrazieranno: non so se hai mai notato, sul muro dietro i radiatori, degli “sbuffi” di polvere bruciata.

Questo fenomeno è dovuto alle “correnti convettive”: durante il suo funzionamento il radiatore riscalda l’aria vicina a se che, per questo motivo, va verso l’alto; contemporaneamente nuova aria fresca viene richiamata dalla parte inferiore. Questa corrente è tanto più veloce quanto più è alta la temperatura del radiatore.

Le particelle di polvere, pollini, acari, muffe e altri micro-organismi, trascinate dall’aria vengono “bruciate” a causa delle alte temperature e, in parte si depositano sul muro poco sopra il radiatore stesso, in parte tornano nell’aria della stanza, diventando causa di disturbi respiratori, allergie da pollini e da acari, fenomeni asmatici.

Pulire la superficie dei radiatori, anche se non è un’operazione semplice soprattutto sui moderni radiatori in alluminio (mentre è parecchio più facile farlo sui termosifoni in ghisa o in acciaio), ti darà due vantaggi:

=> Benefici per la tua salute, poiché eviti che le particelle che dicevamo prima si disperdano nell’aria che poi tu e i tuoi cari respirate.

=> Migliori il rendimento del termosifone, aumentando lo scambio termico con l’aria ambiente.

Di tanto in tanto è utile anche lavare i radiatori con uno sgrassatore non corrosivo, del quale puoi rimuovere i resti con uno di quei panni morbidi che non lasciano pelucchi; evita le spugne ruvide e abrasive.

Ti segnalo che troverai in commercio degli spazzolini rigidi, lunghi e sottili, per raggiungere gli spazi poco accessibili sul retro.

Ricordati di chiudere la valvola del radiatore circa un’ora prima di iniziare le pulizie, in modo da farlo raffreddare.

Mi rendo conto che questi suggerimenti, per quanto utili, non possono certo permetterti di ridurre la tua “bolletta energetica” in modo importante.

Ho però una buona notizia: solo 1 impianto su 100 ha problemi così gravi da doverlo considerare “irrecuperabile”.

Su tutti gli altri è possibile fare tanti interventi di miglioramento, diversissimi tra loro per risultati possibili, per difficoltà e quindi per spesa necessaria.

A questo punto voglio dirti cosa devi aspettarti se chiedi un mio intervento per la risoluzione dei problemi dei quali ti ho parlato.

Succederà questo:

Risolvere problemi con l'impianto di riscaldamento

– Le valvole termostatiche saranno in condizioni di lavorare correttamente, per cui potrai impostare con semplicità la temperatura di ogni stanza.

– I radiatori reagiranno rapidamente alle impostazioni delle valvole termostatiche, quindi avremo in ogni momento il comfort desiderato.

– Spariranno le rumorosità di impianto, sia nelle tubazioni e nelle valvole: finalmente un pò di silenzio!

– Nelle stanze più vicine alla centrale termica si avrà un’altra importante riduzione di rumore perché il circolatore, non dovendo più fare un super-lavoro, smette di essere rumoroso!

– L’impianto lavorerà in modo ottimizzato, quindi avrai riduzioni nei costi di gestione di almeno il 15% e confort nelle temperature.

– Minori consumi implicheranno minori emissioni in atmosfera: l’ambiente ti ringrazierà!

Quindi, se sei esasperato per i problemi al tuo impianto di riscaldamento e vuoi…

– Scoprire come risparmiare veramente tanti soldi col tuo impianto di riscaldamento

– Trovare qualcuno capace di darti una mano per orientarti nella marea di soluzioni possibili per climatizzare casa tua.

– Ricevere suggerimenti sui migliori sistemi per farti ottenere benessere e contemporaneamente consumi “ragionevoli”.

P.S. Ricordati che devi aspettarti enormi problemi se ti rivolgi alla persona sbagliata, che non può dimostrare coi fatti, con i suoi risultati, le cose che dice.

A me piace, invece, dimostrare quello che dico coi fatti e con le parole dei miei clienti, che ci mettono la faccia per raccontarti come è cambiata la loro vita con il loro nuovo impianto di riscaldamento, come va con i nostri tecnici e con le nostre manutenzioni.

Li puoi leggere e vedere alla pagina DICONO DI NOI del blog!

P.P.S. Sei curioso di scoprire se il mio sistema CALOR 360™ è adatto per risolvere definitivamente i tuoi problemi con l’impianto di riscaldamento?

Pensi che io possa essere la persona giusta a consigliarti in una decisione così importante?
Allora la cosa migliore che puoi fare è agire subito!

Leggi con attenzione quello che ho scritto per te al link:
http://calor360.com/contatti/
e compila il modulo che trovi in fondo alla pagina.

Marcello_Marco_Roby_Rid

Grazie e… Attendo di leggerti!

Marcello Contu
Il Tuo Amico Impiantista™
Creatore di Calor360™ – L’impianto di Riscaldamento garantito 20 ANNI

Scrivici cosa pensi di questo articolo!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: